Dati nazionali

Il lavoro di innovazione didattica nelle Piccole Scuole ha fatto emergere l’esistenza di un universo variegato di queste particolari realtà.

Ma quando possiamo parlare di piccola scuola? Quali sono le caratteristiche che la contraddistinguono?
Per rispondere a queste domande, il progetto ha avviato nel 2018 un’indagine volta a identificare, attraverso un approccio quantitativo, la popolazione di riferimento e a rilevare le caratteristiche dei territori in cui queste scuole sono ubicate e delle scuole stesse al fine di restituire una fotografia più precisa del fenomeno che potrà essere utilizzata per:

  • supportare i docenti e i dirigenti con metodi e tecniche pertinenti rispetto alla configurazione organizzativa delle scuole;
  • valutare meglio i bisogni delle scuole in merito a situazioni di isolamento, a specifiche configurazioni di pluriclasse, alle dotazioni tecnologiche;
  • creare nuove relazioni con i territori e possibili collaborazioni;
  • stimolare lo sviluppo di reti così come la costituzione di possibili aree di intervento per temi o strategie che Indire mette a disposizione;
  • migliorare il dialogo tra i rappresentati della governance italiana (MIUR, ANCI, SNAI/Presidenza del Consiglio, Regioni/USR).

 

Individuazione delle realtà di riferimento

In Italia non esiste una specifica normativa o una database che definisca o identifichi le piccole scuole. La normativa, basandosi principalmente su criteri geografici, fa riferimento a “scuole di montagna”, “scuole delle piccole isole” e “scuole dei territori a bassa densità demografica”.

Scuole di montagna: plessi scolastici situati oltre i 1000 metri sul livello del mare e distanti più di 20 chilometri da un centro abitato ove è presente una scuola del medesimo ordine e grado

Scuole delle piccole isole: plessi scolastici situati nelle isole minori (Tremiti, Pantelleria, Pelagie, Egadi, Eolie, Suscitane, del Nord Sardegna, Partenopee, Ponziane, Toscane, del Mar Ligure).

Scuole dei territori a bassa densità demografica: plessi scolastici situati in territori che hanno una densità di popolazione inferiore a 80 abitanti per chilometro quadrato.

Anche la letteratura di riferimento a livello nazionale risale agli anni ‘60 e si sofferma soprattutto sul ruolo che le piccole scuole svolgono nel territorio e su elementi di carattere “qualitativo”, quali ad esempio la marginalità o l’isolamento. La letteratura internazionale, come criterio per identificare una piccola scuola, fa invece riferimento al numero degli studenti iscritti (Harber,1996; Arnold, 1994; Hargreaves, 2009; Carter, 2003).

Per individuare le piccole scuole, il gruppo di lavoro INDIRE, ha preso come riferimento i plessi scolastici del primo ciclo (scuole primarie e secondarie di I grado) che costituiscono il focus del progetto e la normativa italiana (DPR 81/2009), in base alla quale è possibile stimare che:

  • nella scuola primaria, un ciclo completo di istruzione dovrebbe prevedere 125 alunni +- 10%, pari ad una media di ca. 25 alunni per ognuna delle 5 classi;
  • nella scuola secondaria di I° grado, un ciclo completo dovrebbe prevedere ca. 75 studenti +-10% pari a una media di ca. 25 alunni per ognuna delle 3 classi;

Considerando che una piccola scuola sia caratterizzata primariamente da un numero di alunni insufficiente a formare un intero corso (5 o 3 classi complete), nel condurre le prime analisi si è valutato che, per ognuna delle tipologie scolastiche, esiste un intervallo del numero di alunni che può con facilità essere soggetto ad oscillazioni, derivanti dalle più diverse cause, che trasformano una scuola piccola, ma col ciclo completo, in una piccola scuola.

Pertanto sono state individuate le seguenti fasce di alunni per plesso scolastico:

Scuola primaria

  • Fascia target: 0-125 alunni
  • Fascia di attenzione: 126-200

Scuola secondaria di I° grado

  • Fascia target: 0-75 alunni
  • Fascia di attenzione: 76-100

Nelle fasce target aumenta la probabilità di trovare pluriclassi, sia effettivamente comunicate al MIUR sia “di fatto” attuate nella gestione didattica.

 

Dati relativi alle scuole e agli studenti

La base dati utilizzata è fornita dal MIUR, tramite l’Anagrafe Nazionale degli Studenti (ANS), Le informazioni presenti in Anagrafe sono inserite e aggiornate a sistema direttamente dalle scuole e i dati non sono sottoposti ad alcun trattamento statistico dal MIUR.

I dati riguardano tutte le regioni ad esclusione di Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta che non sono censiti dal MIUR.

I dati raccolti vengono sottoposti dagli uffici del MIUR a procedure di correzione e validazione e, in caso di mancata risposta, vengono stimati anche facendo riferimento ad altre fonti informative. Tali dati rappresentano una fonte ufficiale per il Ministero e per gli organismi internazionali (OCSE, Eurostat, Eurydice).

L’acquisizione dei dati nel tempo dovrebbe permettere anche di individuare i possibili mutamenti di queste particolari realtà scolastiche, in termini di numero di studenti, presenza di pluriclassi, chiusura del plesso, ecc.

Gli Istituti scolastici montani e isolani del territorio italiano risultano complessivamente 1.669.

I plessi scolastici afferenti a tali Istituti sono complessivamente 9.234: 9.051 scuole montane e 183 scuole isolane.

Partendo da questo dato si è ristretto il campo di analisi alle sole Scuole Primarie e Secondarie di I grado perché sono quelle maggiormente presenti anche nei comuni molto piccoli. Pertanto queste costuiscono l’oggetto di studio della ricerca.

Dati di sintesi

Totale dei plessi scolastici oggetto di analisi (Scuole Primarie + Scuole secondarie di I grado): 5.216

Scuole Primarie: 3.373
– Montane: 3.313
– Isolane: 60

Scuole Secondarie di I grado: 1.843 
-Montane:1.812
– Isolane: 31

Dimensionamento dei plessi

Il grafici sottostanti mostrano il dimensionamento dei plessi delle Scuole Primarie e Secondarie di I grado (isolane e montane).

Misure di sintesi Scuole Primarie

Montane

Somma numero studenti: 304.687
Media numero studenti: 91,97
Mediana numero studenti: 71

Isolane 

Somma numero studenti: 7.205 
Media numero studenti: 120,08 
Mediana numero studenti: 86

Misure di sintesi Scuole Secondarie di I grado

Montane

Somma numero studenti: 189.128
Media numero studenti: 104,38
Mediana numero studenti: 68

Isolane

Somma numero studenti: 4.638
Media numero studenti: 149,61
Mediana numero studenti: 123

Secondo le normative vigenti nelle scuole primarie e secondarie di I° grado le classi, ordinariamente, devono essere composte da 25 alunni +- 10%. Esistono poi motivi di riduzione del numero legati alla presenza di disabilità oppure a particolari condizioni territoriali.

A partire dal dettato normativo è possibile stimare che:

  • Nella scuola primaria, un ciclo completo di istruzione dovrebbe prevedere 125 alunni +- 10%, pari a ca. 25 alunni per ognuna delle 5 classi;
  • Nella scuola secondaria di I° grado, un ciclo completo dovrebbe prevede ca. 75 studenti +-10% pari a ca. 25 alunni per ognuna delle 3 classi.

Nel condurre le prime analisi si è considerato che, per ognuna delle tipologie scolastiche, esiste un intervallo del numero di alunni che può con facilità essere soggetto ad oscillazioni, derivanti dalle più diverse cause, che trasformano una scuola piccola, ma col ciclo completo, in una Piccola Scuola.

Accanto al tema dell’isolamento geografico e del dimensionamento dei plessi un’altra dimensione propria delle «Piccole Scuole» in Italia è la presenza di pluriclassi.

Per questo motivo abbiamo ristretto ulteriormente l’analisi dei dati a quelle scuole Primarie e Secondarie di I grado che per numero di studenti rappresentano un campione significativo in quanto potrebbero essere caratterizzate dalla presenza di pluriclassi o comunque rientrare in scuole da «tenere sotto osservazione» perché anche piccoli cambiamenti demografici potrebbero farle ricadere in questa casistica.

Abbiamo, quindi deciso di considerare, per la scuola Primaria quelle scuole che hanno un numero di studenti compreso tra 0 e 200, (focalizzando l’analisi su due intervalli, il range 0-125 studenti e il range 126-200) e per la scuola Secondaria di I grado quelle scuole che hanno un numero di studenti compreso tra 0 e 100 (focalizzando l’analisi su due intervalli, il range 0-75 e il range 76-100).

In quest’ottica abbiamo deciso parallelamente di allargare l’analisi anche a quelle scuole che rientrano in questi intervalli e che non sono geograficamente situate in territori montani o isolani.

Scuole Primarie (isolane, montane e “altre”)

Totale scuole oggetto di analisi: 10.097
Range 0-125: 7.210
Range 126-200: 2.887

Scuole Secondarie di I grado (isolane, montane e “altre”)

Totale scuole oggetto di analisi : 2.123
Range 0-75: 1.637
Range 76-100: 486

Le Scuole Primarie con un numero di studenti compreso tra 0-125 sono in totale 7.210, nello specifico: 2.571 sono scuole ubicate in territori montani, 36 in territori isolani e 4.603 in territori non ascrivibili alle precedenti categorie.

Le Scuole Primarie con un numero di studenti compreso tra 126-200 sono in totale 2.887, nello specifico: 439 sono scuole ubicate in territori montani, 12 in territori isolani e 2.436 in territori non ascrivibili alle precedenti categorie.

Le Scuole Primarie che afferiscono ai due range considerati, sono quindi in maggioranza scuole ubicate in territori né montani né isolani (il 64% per le scuole facenti parte del range 0-125 e l’84% per le scuole afferenti al range 126-200)

La rappresentazione sottostante mostra la distribuzione regionale delle Scuole Primarie il cui numero di studenti rientra nel range 0-125 con un dettaglio sull’ubicazione delle scuole (territori montani, isolani e “altri”)

La rappresentazione sottostante mostra la distribuzione regionale delle Scuole Primarie il cui numero di studenti rientra nel range 126-200 con un dettaglio sull’ubicazione delle scuole (territori montani, isolani e “altri”).

I grafici sottostanti mostrano il dimensionamento dei plessi delle Scuole Primarie afferenti ai range 0-125 e 126-200.

Range 0-125

Somma numero studenti: 523.160
Media numero studenti: 72,56
Moda numero studenti: 91
Mediana numero studenti: 77

Range 126-200

Somma numero studenti: 468.858
Medianumero studenti: 162,4
Moda numero studenti: 142
Mediana numero studenti: 162

Le Scuole Secondarie di I grado con un numero di studenti compreso tra 0-75 sono in totale 1637, nello specifico: 967 sono scuole ubicate in territori montani, 13 in territori isolani e 657 in territori non ascrivibili alle precedenti categorie.

Le Scuole Secondarie di I grado con un numero di studenti compreso tra 76-100 sono in totale 486, nello specifico: 191 sono scuole ubicate in territori montani, 1 in territori isolani e 294 in territori non ascrivibili alle precedenti categorie.

Le Scuole Secondarie di I grado che afferiscono al range 0-75 studenti sono prevalentemente ubicate in territori montani (59%) o geograficamente “altri” (40%). Quelle che afferiscono al range 76-100 sono prevalentemente situate in territori “altri” (il 61%) e secondariamente in territori montani (39%). Le scuole isolane sono solamente 14 (circa l’1%) nel range 0-75 e 1 nel range 76-100.

La rappresentazione sottostante mostra la distribuzione regionale delle Scuole Secondarie di I grado il cui numero di studenti rientra nel range 0-75 con un dettaglio sull’ubicazione delle scuole (territori montani, isolani e “altri”)

La rappresentazione sottostante mostra la distribuzione regionale delle Scuole Secondarie di I grado il cui numero di studenti rientra nel range 76-100 con un dettaglio sull’ubicazione delle scuole (territori montani, isolani e “altri”)

l grafici sottostanti mostrano il dimensionamento dei plessi delle Scuole Secondarie di I grado afferenti ai range 0-75 e 76-100.

Range 0-75

Somma numero studenti: 73.232 
Media numero studenti: 44,74
Moda numero alunni: 42
Mediana numero alunni: 45

Range 76-100

Somma numero studenti: 42.696
Media numero studenti: 87,85
Moda numero alunni: 82
Mediana numero alunni: 88

Gli Istituti scolastici aderenti al Movimento sono attualmente 216 (fonte dati Piattaforma Indire).

Degli 8.850 plessi di piccole dimensioni (fascia target), 981 sono iscritti al Movimento. Le regioni con un maggior numero di plessi iscritti sono l’Abruzzo e il Piemonte.

Il grafico sottostante mostra la numerosità delle Scuole Primarie e Secondarie di I grado aderenti al Movimento in relazione alla tipologia di ubicazione (territori montani, isolani o “altri”).

Il grafico sottostante mostra il numero delle scuole aderenti al Movimento che si collocano nei range precedentemente considerati (0-125/126-200 per le Scuole Primarie e 0-75/76-100 per le Scuole Secondarie di I grado).

Nell’ambito degli Istituti iscritti possono essere presenti plessi scolastici di dimensioni maggiori che non sono stati presi in analisi in quanto non rientrano nelle Piccole Scuole.

I grafici sottostanti mostrano la distribuzione regionale dei plessi scolastici aderenti al Movimento, Primarie e Secondarie di I grado.

Dai dati analizzati le piccole scuole che hanno dichiarato la composizione di pluriclassi risultano 1.072.

1.054 Primarie (1.053 rientranti nel range 0-125 studenti e 1 nel range 126-200) e 18 Secondarie di I grado (tutte rientranti nel range 0-75 studenti).

Il grafico sottostante mostra in che misura le pluriclassi, sia delle scuole primarie che di quelle secondarie di I grado, ricorrono nei territori montani, isolani e in quelli non ascrivibili a queste due categorie.

Il grafico sottostante mostra la distribuzione regionale dei plessi scolastici che hanno dichiarato la presenza di pluriclassi

CREDITI

MIUR: Direzione Generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi – Ufficio VI-Statistica e Studi.

INDIRE: Giuseppina Rita Jose Mangione (Responsabile del progetto), Rudi Bartolini, Francesca De Santis, Anna Tancredi.